REGIONE VENETO: BANDI PER TURISMO, AGRICOLUTURA, CULTURA E SPORT

REGIONE VENETO: BANDI PER TURISMO, AGRICOLUTURA, CULTURA E SPORT

La Regione Veneto finanzia tre bandi, che verranno gestiti da Unioncamere del Veneto, con una dotazione complessiva di 8.750.000 euro e destinati a specifici soggetti che operano nelle filiere di turismo, agricoltura, cultura e sport colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid 19.

Si segnala ai beneficiari che non si tratta di un “Click Day” e pertanto non avrà importanza l’ordine cronologico di arrivo delle domande, in quanto tutte quelle ammissibili verranno finanziate.

L’ammontare del contributo verrà determinato alla chiusura dei bandi, in quanto la dotazione finanziaria disponibile verrà suddivisa in parti uguali in base al numero di domande ricevute.

Le domande di contributo potranno essere inviate dal 19 luglio (ore 10.00) al 6 agosto (ore 18.00).


BANDO FILIERE CULTURA E SPORT
Con il presente Bando la Regione Veneto e Unioncamere del Veneto intendono realizzare un’azione congiunta finalizzata a sostenere, mediante un intervento di ristoro, i soggetti economici delle filiere cultura e sport che sono stati colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

La dotazione finanziaria del presente bando è pari ad euro 6.000.000, che verrà suddivisa in base al numero complessivo di domande che saranno pervenute.

Sono ammessi alla domanda di contributo i seguenti soggetti:

  • Soggetti iscritti unicamente al REA, con sede operativa attiva nel Veneto alla data della domanda di ristoro, operanti nelle filiere che attengono ai settori “Sport” e “Cultura”, che svolgono attività identificate dai codici ATECO individuati dal bando
  • Professionisti dotati di partita IVA attiva non iscritti né al RI (Registro imprese), né al REA, con sede operativa attiva nel Veneto alla data della domanda di ristoro, operanti nelle filiere “Sport” e “Cultura, che svolgono attività identificate dai codici ATECO individuati dal bando


BANDO FILIERE TURISMO E AGRICOLTURA
Con il presente Bando la Regione Veneto  e Unioncamere del Veneto intendono realizzare un’azione congiunta finalizzata a sostenere, mediante un intervento di ristoro, i soggetti economici operanti nelle filiere del turismo e dell’agricoltura che sono stati colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

La dotazione finanziaria complessiva del presente bando è pari ad euro 2.250.000, che verrà suddivisa in base al numero complessivo di domande che saranno pervenute.

Sono soggetti ammissibili a presentare domanda di contributo le imprese iscritte al Registro imprese nonché i professionisti, in possesso di partita IVA attiva, aventi una sede operativa attiva e/o esercitanti l’attività nel territorio del Veneto alla data della domanda di ristoro, operanti nelle filiere “Turismo” e “Agricoltura”, che svolgono attività identificate come di seguito:

  • Agenzie di viaggi e tour operator;
  • Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte da agenzie di viaggio nca;
  • Guide Alpine e Accompagnatori di media montagna, titolari di partita IVA attiva, iscritti ai relativi albi professionali ai sensi della legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1 “Nuova disciplina della professione di guida alpina e di accompagnatore di media montagna”;
  • Professionisti del settore turistico individuati e definiti ai sensi dell’articolo 82 della legge regionale n. 33/2002 (guide turistiche, accompagnatori turistici, animatori turistici, guide naturalistico-ambientali) abilitati in altre Regioni e residenti nella Regione Veneto;
  • Fattorie didattiche iscritte nell’Elenco regionale delle Fattorie Didattiche, anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP), che non abbiano usufruito di interventi di ristoro già posti in essere dalla Giunta regionale;
  • Fattorie sociali, anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) ed iscritte nell’elenco regionale di cui al DDR n. 38 del 26/03/2021, che non abbiano usufruito di interventi di ristoro già posti in essere dalla Giunta regionale;
  • Agriturismi anche condotti da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) o Coltivatore diretto che non abbiano usufruito di interventi di ristoro già posti in essere dalla Giunta regionale;
  • Aziende di turismo rurale anche condotte da soggetto non in possesso della qualifica di Imprenditore agricolo professionale (IAP) o Coltivatore diretto, riconosciute ed attive ai sensi della L.R. 28/2012 e s.m.i., che non abbiano usufruito di interventi di ristoro già posti in essere dalla Giunta regionale;
  • Nel caso il soggetto richiedente svolga più attività multifunzionali (agriturismo, fattorie didattiche, fattorie sociali, turismo rurale), gli importi di sostegno non sono cumulabili.

I soggetti richiedenti il ristoro, a pena di inammissibilità della domanda, devono possedere i seguenti requisiti:

  • Svolgere una o più delle attività precedentemente indicate.
  • Avere sede operativa attiva nel Veneto e/o esercitanti l’attività nel territorio del Veneto alla data della domanda di ristoro e in data antecedente il DPCM 11 marzo 2020.
  • Essere, al momento della presentazione della domanda di ristoro, nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in stato di liquidazione o di fallimento né essere soggetta a procedure di fallimento o di concordato preventivo.
  • Essere in una situazione di regolarità contributiva.


BANDO GESTIONE PISCINE E IMPIANTI SPORTIVI
Con il presente Bando la Regione Veneto e Unioncamere del Veneto intendono realizzare un’azione congiunta finalizzata a sostenere, mediante un intervento di ristoro, i soggetti economici operanti nella gestione di piscine e di impianti sportivi polivalenti che sono stati colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid19.

La dotazione finanziaria complessiva del presente bando è pari ad euro 500.000, che verrà suddivisa in base al numero complessivo di domande che saranno pervenute.

Sono soggetti ammissibili a presentare domanda di contributo le imprese iscritte al Registro delle Imprese e soggetti iscritti unicamente al REA, con sede operativa attiva in Veneto, in possesso di codice ATECO prevalente e primario 93.11.20 “Gestione piscine o di codice ATECO prevalente e primario 93.11.30 “Gestione di impianti sportivi polivalenti” e i Professionisti dotati di partita IVA attiva, con sede operativa attiva nel Veneto alla data della domanda di ristoro, che svolgono attività identificate dai codici ATECO prevalenti e primari comunicati all’Agenzia delle Entrate 93.11.20 “Gestione piscine o di codice ATECO prevalente e primario 93.11.30 “Gestione di impianti sportivi polivalenti”.

I soggetti richiedenti il ristoro, a pena di inammissibilità della domanda, devono possedere seguenti requisiti:

  • Svolgere attività prevalente e primaria identificata con i codici ATECO elencati in precedenza.
  • Avere sede operativa attiva nel Veneto alla data della domanda di ristoro e in data antecedente il DPCM 1 marzo 2020.
  • Essere, al momento della presentazione della domanda di ristoro, nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in stato di liquidazione o di fallimento né essere soggetta a procedure di fallimento o di concordato preventivo.
  • Essere in una situazione di regolarità contributiva.

Per maggiori informazioni e per presentare la domanda, Clicca qui