DEFINIZIONE AVVISI BONARI

DEFINIZIONE AVVISI BONARI

Con Provvedimento n. 275852 pubblicato il 19.11.2021 l’Agenzia delle Entrate ha emanato le disposizioni attuative per la definizione straordinaria degli avvisi bonari emessi ai sensi degli artt. 36 bis  DPR 600/73 e 54 bis DPR 633/72, documenti relativi alla liquidazione automatica delle dichiarazioni dei periodi d’imposta 2017 e 2018.

L’Amministrazione Finanziaria prevede, per i titolari di partita Iva attiva alla data del 23.03.2021 che, nel periodo d’imposta 2020, hanno avuto una riduzione del volume d’affari maggiore del 30% rispetto al periodo precedente (2019), la possibilità di ottenere lo stralcio delle sanzioni da omesso versamento ex articolo 13 Dlgs 471/97, nonché delle somme aggiuntive per i contributi previdenziali, risultanti  dal controllo automatizzato dei predetti modelli dichiarativi.

Nello specifico la definizione è possibile per:

– le comunicazioni inerenti l’esercizio  2017 elaborate entro il 31.12.2020 e non inviate per effetto dello sospensione decisa causa periodo emergenziale;

– le comunicazioni inerenti l’esercizio 2018 elaborate entro il 31.12.2021.

I contribuenti che, sussistendone i presupposti, aderiscono al beneficio devono, entro i termini ordinariamente previsti (30 gg dalla notifica), pagare, anche ratealmente, le imposte i contributi ed i relativi interessi.

Entro il 31.12.2021 i soggetti interessati devono inoltre presentare un’apposita autodichiarazione attraverso cui attestare il rispetto dei limiti e delle condizioni richieste per beneficiare degli aiuti di Stato.

Qualora il contribuente non abbia ricevuto la proposta di definizione agevolata in tempo utile (31.12.2021) per rendere la suddetta autocertificazione, la stessa potrà essere presentata entro la fine del mese successivo a quello in cui è effettuato il pagamento delle somme dovute, o della prima rata.